Notizie Nazionali Politica

Elezioni 2022, c’è l’accordo tra Letta e Calenda: nessun leader nei collegi uninominali

Al Pd il 70% dei candidati, ad Azione e +Europa il 30%

Print Friendly and PDF

È stato trovato l’accordo fra Letta e Calenda sulle alleanze per le elezioni del 25 settembre. All’incontro, durato circa due ore, ha partecipato anche Benedetto della Vedova per Più Europa. Renzi: «La sinistra vuole perdere». Scambio di accuse tra Di Maio e Conte: il primo al secondo, «ha smantellato il movimento». La risposta: «È uno spettacolo triste vedere chi era accanto a noi abiurare valori e formare partitini last minute». Tra Meloni e Salvini è gara sulle priorità del programma. La Lega punta sulle tasse, Fdi non transige sulle riforme.

Gli aggiornamenti

14.24 – Calenda: Renzi? Porte aperte a tutti per discutere

14.15 – Calenda: con Pd solidi e compatti, stop polemiche
«Siamo solidi e compatti, andiamo a vincere queste elezioni, niente è già scritto, da oggi finisce ogni tipo di discussione e polemica, finisce il pre partita e inizia la vera partita». Lo ha detto Carlo Calenda in conferenza stampa con Enrico Letta e Benedetto della Vedova dopo l'accordo raggiunto. 

14.10 – Letta: patto elettorale per essere vincenti 
«Un momento per annunciare che a seguito di un incontro con delegazioni dei due partiti abbiamo siglato una intesa, che riteniamo molto importante, un patto elettorale, all'interno di un accordo più largo con altre componenti a nostro avviso fondamentali per essere vincenti nei confronti della destra». Lo ha detto il segretario del Pd, Enrico Letta, in conferenza stampa alla Camera. 

14.08 – Tajani: Azione getta la maschera, è quinta colonna del Pd
«Azione getta la maschera. È la quinta colonna del Partito democratico e della sinistra. Altro che progetto per creare un nuovo centro, altro che governo Draghi, semplicemente al servizio di chi vuole la patrimoniale per qualche posto in più». Lo scrive su Twitter Antonio Tajani, Coordinatore nazionale di Forza Italia. 

14.03 – Pd-Azione: rivedere Rdc e superbonus. Ok allo ius scholae 
«Per quanto riguarda le riforme da completare e/o emendare dopo l'interruzione traumatica del governo, Pd e Azione/+Europa concordano sulla necessità di realizzare integralmente il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza nel rispetto del cronoprogramma convenuto con l'Unione europea». Così nel patto siglato tra Pd e Azione, dopo l'incontro tra Enrico Letta, Carlo Calenda e Benedetto Della Vedova. Occorre «improntare le politiche di bilancio alla responsabilità e le politiche fiscali alla progressività, promuovendo al contempo una riforma del Patto di Stabilità e Crescita dell'Unione Europea che non segni un ritorno alla stagione dell'austerità». È necessario - sottolineano Pd e Azione - «non aumentare il carico fiscale complessivo» e correggere «lo strumento del Reddito di Cittadinanza e il Bonus 110% in linea con gli intendimenti tracciati dal governo Draghi». Infine «dare assoluta priorità all'approvazione delle leggi in materia di Diritti civili e Ius scholae».

14 – Accordo Pd-Azione: metodo e azione governo Draghi 
«Le parti condividono e si riconoscono nel metodo e nell'azione del governo guidato da Mario Draghi. I partiti che hanno causato la sua caduta si sono assunti una grave responsabilità dinanzi al Paese e all'Europa». Così nel patto siglato tra Enrico Letta, Carlo Calenda e Benedetto Della Vedova. 

13.57 – A Pd 70% candidati, Azione/+Eu 30%
La totalità dei candidati nei collegi uninominali della coalizione verrà suddivisa tra Democratici e Progressisti e Azione/+Europa nella misura del 70% (Partito Democratico) e 30% (+Europa/Azione), scomputando dal totale dei collegi quelli che verranno attribuiti alle altre liste dell'alleanza elettorale. Questo rapporto verrà applicato alle diverse fasce di collegi che verranno identificati di comune intesa. Le parti si impegnano a chiedere che il tempo di parola attribuito alla coalizione nelle trasmissioni televisive sia ripartito nelle stesse percentuali applicate ai collegi. Lo si legge nel testo dell'accordo sottoscritto oggi.

13.53 – Accordo Pd-Azione: no leader e nomi divisivi nei collegi uninominali
«Le parti si impegnano a non candidare personalità che possano risultare divisive per i rispettivi elettorati nei collegi uninominali, per aumentare le possibilità di vittoria dell'alleanza. Conseguentemente, nei collegi uninominali non saranno candidati i leader delle forze politiche che costituiranno l'alleanza, gli ex parlamentari del M5S (usciti nell'ultima legislatura), gli ex parlamentari di Forza Italia (usciti nell'ultima legislatura)». È quanto si legge nel testo dell'accordo sottoscritto da Azione, +Europa e Pd.

13.53 – Accordo Pd-Azione, patto per una scelta di campo
«Le prossime elezioni sono una scelta di campo tra un'Italia tra i grandi Paesi europei e un'Italia alleata con Orban e Putin. Sono uno spartiacque che determinerà la storia prossima del nostro Paese e dell'Europa. Partito Democratico e Azione/+Europa siglano questo patto perché considerano un dovere costruire una proposta vincente di governo fondata sui seguenti punti». Questa la premessa dell'accordo firmato da Enrico Letta, Carlo Calenda e Benedetto Della Vedova. 

13.46 – A breve conferenza stampa Letta-Calenda-Della Vedova
È stata indetta tra pochi minuti alla Camera dei deputati una conferenza stampa congiunta del segretario del Pd Enrico Letta, del leader di Azione Carlo Calenda e del segretario di Più Europa Benedetto Della Vedova.

13.18 –  Raggiunto l’accordo fra Letta e Calenda
Raggiunto l'accordo tra Enrico Letta, Carlo Calenda e Benedetto Della Vedova. È quanto fanno sapere fonti centriste.
13.06 – Carfagna: “Boom lavoro conferma serietà governo Draghi”
«Il boom dei posti di lavoro stabili conferma la serietà e l'efficacia del lavoro compiuto dal governo Draghi: un'Italia che cresce del 3%, più della Germania, e torna a creare occupazione. C'è ancora qualcuno che pensa sia stato saggio fermare questo percorso?». Così su Twitter il ministro Mara Carfagna.

Notizia e foto tratte da La Stampa
© Riproduzione riservata
02/08/2022 14:16:37


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Politica

Flop Mara Carfagna, solo quarta nel collegio >>>

Elezioni, il centrodestra vince: vola Fratelli d'Italia, male la Lega >>>

Elezioni 2022, dati parziali Viminale: alle 19 affluenza al 51%, in calo di 8 punti rispetto al 2018 >>>

Consulta, Silvana Sciarra è la nuova presidente >>>

"Azzerare l'Iva sui beni primari". Il piano del Cav per tutelare le famiglie >>>

Sì al dl Aiuti ter, arriva il bonus da 150 euro per i redditi sotto i 20 mila euro >>>

Crisi del gas, in Croazia altre 6 trivelle. E l'Italia resta a guardare >>>

Dl Aiuti bis, salta alla Camera la deroga al tetto degli stipendi dei manager P.a. >>>

Draghi furioso per l’emendamento che deroga al tetto di 240mila euro per i dirigenti pubblici >>>

Conte: "Dal governo altri 10 miliardi di euro in investimenti militari, il M5s li bloccherà" >>>