Notizie Nazionali Politica

Natale, Speranza: “Tutto dipenderà da comportamenti e vaccini"

"Chi non si vaccina non aiuta il Paese”

Print Friendly and PDF

Il ministro Roberto Speranza non usa giri di parole a va giù dritto al cuore del problema: «Se», ma «se continuiamo a insistere sui richiami per i vaccini e sulle prime dosi e comportamenti corretti possiamo limitare il più possibile eventuali misure: dipende dai nostri comportamenti e dalla campagna di vaccinazione». Dal programma Che tempo che fa, insomma, il ministro non fa nessuno “sconto” in vista delle feste natalizie ma rilancia il tema della prudenza e dell’attenzione: del resto la situazione in Europa è complicata con molti Paesi dall’Olanda all’Austria che hanno già annunciato restrizioni molto forti. Quindi, il capitolo vaccini. Anche per i bambini. Anche in questo caso Roberto Speranza è chiaro: «Aspettiamo un pronunciamento di Ema che darà probabilmente il via libera per la vaccinazione fra i 5 e gli 11 anni». In «queste ore c’è un confronto per accompagnare questa decisione con una capacità di dialogo con le famiglie. Con l'ok di Ema si procederà soprattutto per proteggere le nostre famiglie».

Salgono i contagi

Salgono i contagi, ma ricoveri e terapie intensive sono al momento sotto controllo, mentre le terze dosi del vaccino anti-Covid hanno quasi raggiunto quota 3 milioni. Intanto il ministro della Salute Roberto Speranza dallo studio della trasmissione “Che tempo che fa” avverte: «In Italia stanno crescendo i contagi ed è necessario alzare i livelli di attenzione. Manteniamo le regole che sono esistenti, non c'è alcun dubbio che dobbiamo monitorare l'evoluzione del quadro epidemiologico, verificare la curva e adeguare le misure all'andamento della curva epidemiologica. E oggi - ha sottolineato - scegliamo di accelerare sui richiami».

No vax

Speranza ha poi ribadito che «chi non si vaccina non aiuta sé stesso, gli altri e il nostro Paese». «Vaccinarsi - ha puntualizzato - è davvero fondamentale, penso che la nostra Costituzione ci dia un messaggio non negoziabile, un sistema universalista: se una persona sta male si cura, non può essere che chi non è vaccinato non venga curato o sia trattato diversamente». 

Notizia e foto tratte da La Stampa
© Riproduzione riservata
15/11/2021 05:45:45


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Politica

Quirinale, centrodestra: "Berlusconi è la figura adatta, sciolga la riserva" >>>

Conte ai suoi: "Proposta Berlusconi irricevibile" >>>

Dl Covid, Senato approva con 130 sì, ora passa alla Camera >>>

Governo dei leader, Renzi: l'idea non è sbagliata, ma io fuori >>>

Quirinale, venerdì vertice del centrodestra >>>

Quirinale, Calenda rilancia Cartabia: “Draghi resti a Palazzo Chigi” >>>

Per il Quirinale Salvini cerca una soluzione rapida, condivisa >>>

Toscana, Emilia Romagna, Abruzzo e Valle d'Aosta passano in zona gialla >>>

Dl Covid: green pass in banca, alle poste e nei negozi >>>

Ecco la bozza del governo: obbligo di vaccino dai 50 anni in su, barricate di M5S e Lega >>>