Notizie dal Mondo Cronaca

Attacco jihadista in Burkina Faso, ucciso il giornalista David Beriáin

Morti anche altri due giornalisti

Print Friendly and PDF

Tre giornalisti, due spagnoli e un irlandese, e una quarta persona sono stati uccisi in un assalto da parte di un gruppo jihadista avvenuto lunedì in Burkina Faso, lungo una strada della provincia di Kompienga, nella parte sudorientale del paese. Inizialmente si pensava che fossero stati rapiti, e il Ministero degli Esteri spagnolo aveva fatto sapere di essere in contatto con l’ambasciata spagnola in Mali (competente anche per il Burkina Faso) nella speranza di ritrovare i propri cittadini rapiti. Oggi invece è arrivata la conferma della loro morte da parte dell’intelligence locale e anche dal governo spagnolo nella persona della Ministra degli Esteri Arancha González.

Tra le vittime c’è David Beriáin, celebre documentarista e uno dei massimi esponenti del giornalismo d’inchiesta europeo. Aveva realizzato numerosi reportage in varie parti del mondo. In Italia era famoso per il documentario Il mondo dei Narcos. Recentemente Beriáin era finito nei guai con la giustizia italiana: era indagato per truffa a causa di Clandestino, un reportage sulle mafie italiane, ritenuto un falso dagli inquirenti. L’altro giornalista spagnolo morto è Roberto Fraile, un cameraman che aveva operato in teatri di guerra come quello siriano. Le altre vittime un giornalista irlandese e un burkinabé che si trovava con loro. Tre persone invece sono rimaste ferite. 

I tre giornalisti stavano realizzando un documentario per la televisione spagnola MovistarTv incentrato sulla caccia di frodo in Burkina Faso. Si stavano dirigendo verso la riserva forestale di Pama con una pattuglia anti-bracconaggio. Il convoglio si trovava a circa 15 chilometri a sud della cittadina di Natiaboni, quando è iniziata l’imboscata. Secondo le ricostruzioni, gli aggressori erano a bordo di due pick-up e di una ventina di moto. Oltre ad aggredire i giornalisti e i membri del convoglio, gli assalitori hanno anche rubato due jeep, attrezzature, droni e armi. Alcuni testimoni riferiscono che, nonostante il convoglio fosse formato da quaranta persone, gli assalitori li superavano in numero. 

In un comunicato il Ministero della Comunicazione bukinabé riferische che «per il momento, l'identitàdei rapitori non è accertata in maniera chiara». L’Associated Press riferisce di aver sentito un messaggio vocale in cui i presunti assalitori rivendicano l’attacco. Si tratterebbe di esponenti del Jama’a Nusrat ul-Islam wa al-Muslimin (“gruppo per la difesa difesa dell’Islam e dei musulmani”), un’organizzazione terroristica di stampo jihadistico attiva in questa parte dell’Africa dal 2017. «Abbiamo ucciso tre bianchi» dicono, «e abbiamo anche preso due macchine, armi e dodici moto».

Notizia e foto tratte da La Stampa
© Riproduzione riservata
27/04/2021 19:47:01


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Cronaca

Allarme dallo spazio: razzo cinese in “caduta libera” verso la Terra >>>

Iran: diplomatica svizzera muore cadendo dal balcone >>>

Città del Messico, ponte della metropolitana crolla sulla strada: 20 morti e oltre 70 feriti >>>

Germania, smantellata la piattaforma pedopornografica più grande del mondo >>>

Covid: a Madrid la prima corrida dall'inizio della pandemia >>>

Primo maggio: Parigi, condanna per aggressione a militanti Cgt >>>

Rapporto Onu, ondata di abusi online contro le reporter >>>

Covid: record di morti a New Delhi, 412 in 24 ore >>>

Terremoto di magnitudo 6.8 davanti alla costa est del Giappone >>>

Israele, calca a evento religioso: almeno 44 morti e 65 feriti >>>