Notizie Locali Cronaca

Teatro alla Misericordia di Sansepolcro: finisce tutto al Tar

Contestato l'affidamento della struttura

Print Friendly and PDF

Tensioni e imbarazzo all’interno della maggioranza che governa il Comune di Sansepolcro. La vicenda relativa alla gestione del Teatro alla Misericordia sta diventando ogni giorno più pesante. Con determina numero 1171 del 29 novembre 2019, il Comune di Sansepolcro – tramite la responsabile Maria Cristina Giambagli – aveva emesso il bando per la gestione della struttura nel prossimo triennio. Sembrava una questione di normale routine, anche perché da sempre l’edificio degli ex Spedali Riuniti, ora trasformato in teatro, era gestito da due associazioni: Capotrave/Kilowatt e Laboratori Permanenti, con quest’ultima che fa capo all’attrice Caterina Casini. Ma qualcosa era avvenuto fra i due sodalizi ed entrambi avevano presentato due differenti proposte; l’apertura delle buste da parte del Comune ha assegnato l’affidamento della struttura a Capotrave/Kilowatt, che per l’occasione aveva presentato l’offerta assieme all’Asd Tutto Fa Brodway e a Tedamis; ma Laboratori Permanenti ha ritenuto di aver subito una grossa ingiustizia in base ai requisiti indicati dall’amministrazione; in particolare – stando a quanto trapela – in un punto del bando sarebbe stata richiesta una esperienza pluriennale di scuola teatrale, cosa che da sempre fa Laboratori Permanenti e che invece a suo giudizio non avrebbe fatto Capotrave/Kilowatt. L’amministrazione ha cercato di ricomporre la situazione in forma bonaria attraverso punti di collegamento ma – probabilmente anche per i rapporti venuti a deteriorarsi fra le due associazioni – Laboratori Permanenti ha deciso di ricorrere al Tar per questioni di urgenza e di merito. Il tribunale amministrativo si è espresso in data 10 settembre 2020 solo per la parte di urgenza (nel merito lo farà il 25 marzo 2021) e non ha ravvisato elementi di irregolarità tali da inficiare l’assegnazione, respingendo quindi la domanda cautelare della sospensione dell’esecuzione del provvedimento del Comune di Sansepolcro di aggiudicazione del Teatro della Misericordia, perché "sprovvisto di fumus". Nel frattempo, sempre in base a ciò che trapela, sembra che Laboratori Permanenti sia stata “invitata” da Capotrave/Kilowatt a lasciare la struttura del Teatro alla Misericordia, non essendovi più i presupposti per poter rimanere e quindi a trovare un’altra sede nella quale svolgere la propria attività. Di questa situazione si é parlato anche nel corso dell'ultimo consiglio comunale con una interrogazione del consigliere Tonino Giunti di Forza Italia.

Redazione
© Riproduzione riservata
26/10/2020 18:05:14


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Cronaca

Sospesi i lavori per il secondo ponte sul Tevere a Sansepolcro >>>

Sansepolcro, alla guida di un muletto urta un macchinario procurandosi vari traumi >>>

In Umbria ancora più guariti dal Covid-19 che nuovi casi >>>

Covid-19: scendono a 47 i nuovi casi in provincia di Arezzo, con un decesso >>>

Sequestrati 145 chilogrammi di tartufi destinati a una nota azienda umbra >>>

Covid-19: in Toscana 908 nuovi casi e 38 decessi >>>

Trovati a bere bevande alcoliche all'interno di un supermercato a Umbertide >>>

Covid-19: a Città di Castello 9 nuovi positivi e 18 guariti >>>

Sansepolcro: morto Franco Brighigni, per anni "colonna" del poligono di tiro a segno >>>

Covid: in Umbria scende ancora numero attualmente positivi >>>