Notizie Locali Cronaca

Arezzo, sfreccia con l'auto a San Zeno: limite superato di 60 chilometri orari

“Safety days”, la campagna “zero vittime” della Roadpol: i risultati in provincia di Arezzo

Print Friendly and PDF

Nel quadro della settimana europea della mobilità (16 – 22 settembre 2020) si è inserita la campagna di sicurezza stradale “Safety Days” promossa dal network europeo delle polizie stradali Roadpol (che è una rete di cooperazione nata nel 1996 sotto l’egida della u.e. Alle quale aderiscono le polizie stradali di 31 paesi europei  - tutti gli stati membri oltre a svizzera e Norvegia con la Serbia come osservatori). L’iniziativa ha avuto lo scopo di ottenere, in tutta Europa, una giornata a zero vittime sulla strada. Tale giornata è stata individuata nel 16 settembre e pertanto la polizia stradale italiana, sull’intero territorio nazionale, ha predisposto mirati servizi volti alla riduzione delle principali cause d’incidentalità, quali l’elevata velocità, il mancato utilizzo dei dispositivi di sicurezza come le cinture e i seggiolini per i bambini, l’uso del cellulare alla guida (oggi principale fonte di distrazione dei conducenti), la guida in stato di ebbrezza alcolica o per uso di stupefacenti. Durante la campagna sono stati controllati 181 veicoli e contestate ai trasgressori ben 53 violazioni al codice della strada e, quindi, quasi il 30% dei conducenti fermati è stato multato.Certamente da sottolineare le sanzioni relative all’uso del cellulare alla guida (16) e quelle relative agli eccessi di velocità (15) che hanno portato al ritiro immediato di 5 patenti di guida. In un caso, sulla SGC Grosseto/Fano, nei pressi dello svincolo di San Zeno, un automobilista ha oltrepassato di oltre 60 km/h orari il limite di velocità, infrazione che gli ha comportato, oltre al ritiro della patente, il pagamento di una sanzione da 847 a 3.389 euro. Si sottolinea che, oltre ai controlli su strada all’iniziativa, si è associata una campagna di prevenzione e sensibilizzazione sui temi della sicurezza stradale rivolte alla collettività. Tutti coloro infatti che hanno voluto sostenerla sono stati invitati a visitare il sito www.roadpolsafetydays.eu e fare clik sul tasto “pledge” (che significa: impegno) tramite il quale ciascun utente della strada, inserendo la propria mail ed il proprio nome, ha sottoscritto un formale impegno a rispettare le regole del codice della strada nell’ottica della riduzione dell’incidentalità su tutte le strade europee. In quest’ottica la polizia stradale aretina ha effettuato un incontro formativo presso l’emittente aretina Radio Fly, incontro divulgato in diretta anche sul web e sui social media, dove è stato rammentato a tutti che la sicurezza stradale è un bene comune e che, solo con il rispetto delle regole imposte dal codice della strada, la sicurezza di ognuno di noi può essere adeguatamente tutelata perché ogni singolo comportamento fa la differenza.

Redazione
© Riproduzione riservata
24/09/2020 08:57:54


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Cronaca

Faceva prostituire la moglie nonostante fosse incinta >>>

Incidente stradale sulla statale della Consuma: un ferito grave >>>

Castiglion Fiorentino: tenta di darsi fuoco, lo salvano i carabinieri >>>

Anche il cardinale Gualtiero Bassetti positivo al Covid-19 >>>

Umbertide: sospese per Covid-19 le attività didattiche in tre classi della primaria >>>

Coronavirus: in Toscana 1.708 nuovi casi e 7 decessi >>>

Furto al centro commerciale "Magnifico" di Arezzo >>>

Roberta Casini, sindaco di Lucignano, risultata positiva al Covid-19 >>>

Città di Castello: si imbatte in una piccola vipera al cimitero >>>

Arezzo: morta Dina Burzi, titolare della nota boutique di via Vittorio Veneto >>>