Notizie dal Mondo Cronaca

Usa: l'America brucia per George Floyd

Un uomo è stato ucciso a Louisville durante le proteste

Print Friendly and PDF

Non accenna a placarsi la protesta negli Usa per l'uccisione dell'afroamericano George Floyd da parte dell'agente di polizia Derek Chauvin. 

Un uomo è stato ucciso a Louisville durante le proteste per George Floyd, l'afroamericano morto durante l'arresto a Minneapolis. Secondo quanto riportato dai media americani, fra i quali Abc e Cbs, l'uomo è morto dopo che la polizia e la Guardia Nazionale del Kentucky hanno "risposto al fuoco" per disperdere la folla. Il capo della polizia di Louisville, Steve Conrad, non chiarisce chi abbia sparato il colpo fatale. Le autorità non hanno per ora rilasciato neanche informazioni sulla vittima.

Due persone sono state uccise e un agente è rimasto ferito in una sparatoria a Davenport, Iowa, nel corso delle proteste per la morte di George Floyd. Il capo della polizia locale, Paul Sikorski, ha riferito in una conferenza stampa che tre agenti hanno subito un agguato mentre erano in pattugliamento e che vari colpi d'arma da fuoco hanno colpito la loro auto e uno di loro, che tuttavia non è in pericolo di vita, è rimasto ferito. La polizia ha poi arrestato diverse persone che fuggivano dalla scena a bordo di un'auto.

Sono una cinquantina gli agenti del Secret Service rimasti feriti nel corso degli scontri nella notte fra domenica e lunedì vicino alla Casa Bianca durante le manifestazioni per George Floyd, l'afroamericano morto sotto la custodia della polizia. Scontri violenti che hanno spinto gli agenti del Secret Service a trasferire Donald Trump nel bunker sotterraneo della Casa Bianca per un breve lasso di tempo venerdì. Diversi monumenti di Washington sono stati sfregiati con scritte anche al National Mall.

Cortei ad Atlanta, Philadelphia ed altre città. Scontri davanti alla CasaBianca, dove migliaia di manifestanti espongono cartelli e gridano slogan contro l'uccisione di Floyd a Minneapolis e contro il presidente. A New York arrestata la figlia del sindaco De Blasio. Trump minaccia di mandare l'esercito mentre Cina e Iran lo esortano a porre fine alle violenze

Proseguono vicino alla Casa Bianca i tafferugli tra la polizia e i manifestanti che protestano contro la morte di George Floyd. Sfidando il coprifuoco, i dimostranti sono rimasti in zona e ogni tanto tornano a fronteggiare gli agenti schierati in linea con scudi e manganelli. I poliziotti hanno usato diverse volte i lacrimogeni, i gas urticanti e le granate stordenti per disperdere la folla. Alcuni manifestanti hanno acceso diverso roghi e danneggiato alcuni edifici.

A New York arrestata Chiara de Blasio, la figlia 25/enne del sindaco di New York, e' stata arrestata sabato sera in una protesta a Manhattan per la morte di George Floyd. Lo scrive il New York Post, citando le forze dell'ordine. La giovane e' finita in manette dopo che la polizia ha dichiarato illegale un assembramento tra la 12ma strada e Broadway, dove erano scoppiati alcuni tafferugli ed erano state bruciate auto delle forze di sicurezza.

Redazione
© Riproduzione riservata
01/06/2020 19:37:11


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Cronaca

Coronavirus, la Catalogna mette in quarantena 200mila persone: chiusi 38 piccoli Comuni >>>

Fidanzata di Trump Jr positiva al Covid >>>

Nel Brasile riaprono bar e locali, ma è ancora emergenza coronavirus >>>

Coronavirus, dal 10 luglio l’Inghilterra riaprirà le frontiere a 60 Paesi. C’è anche l’Italia >>>

Coronavirus nel mondo, nuovo record in Usa: 55mila positivi in un giorno >>>

Il mistero della Chapelle Expiatoire di Parigi >>>

Marò, il Tribunale arbitrale internazionale dà ragione all'Italia >>>

Mistero in Botswana: morti oltre 350 elefanti in due mesi >>>

I genitori di Regeni: “Fallimentare l’incontro con i pm egiziani” >>>

Molestie e stupri, Weinstein vuole pagare 19 milioni di dollari per chiudere il secondo processo >>>