Salute & Benessere Alimentazione

Vitamina E, alleata delle difese immunitarie

La sua carenza provoca debolezza, disturbi alla vista, anemia

Print Friendly and PDF

La vitamina E è un potente antiossidante che protegge la struttura e la funzione di ogni cellula, combattendo lo stress ossidativo.

Questa preziosa sostanza svolge un ruolo vitale nella salute di cuore, cervello, sistema immunitario e pelle. Circa il 90% della popolazione presenta una carenza di questo antiossidante e solitamente essa passa inosservata. Segni e sintomi tipici della sua carenza sono più comuni nei bambini. I sintomi più diffusi sono la debolezza muscolare, i disturbi della vista come la comparsa della cataratta e problemi alla retina e l’anemia emolitica. La carenza di Vitamina E può avvenire per diverse cause come i disturbi genetici, il ridotto assorbimento dei grassi e un’alimentazione inadeguata sono le principali cause di carenza di vitamina E.

I suoi principali benefici per la nostra salute sono:

1. Potenziamento delle difese immunitarie: è stato provato scientificamente che una maggiore assunzione di vitamina E riduce il rischio di infezioni batteriche e virali;

2. Prevenzione contro il cancro, le malattie cardiache e l’ictus: le persone con bassa vitamina E mancano delle sue potenti proprietà immunostimolanti e antitumorali. Questo potente antiossidante è un alleato della salute del cuore. Impedisce infatti l’ossidazione delle particelle di colesterolo LDL. Uno studio americano ha dimostrato che su 1.000 pazienti con battiti cardiaci irregolari, quelli con un basso rapporto tra vitamina E e colesterolo presentano tassi più alti dell’87% di infarto o ictus;

3. Aumenta la fertilità nelle donne e negli uomini: è in grado di aumentare la funzione ovarica e la fertilità nelle donne che stanno cercando di concepire;

4. Contrasta il Morbo di Alzheimer: protegge dall’invecchiamento del cervello. Infatti supporta la funzione del sistema nervoso e le cellule cerebrali;

5. Riduzione del rischio di cataratta: a causa della prolungata esposizione a schermi come la televisione, il pc, lo smartphone, il tablet e le diffuse luci a neon, i nostri occhi rischiano lo stress ossidativo. Questa potente sostanza è utile per prevenire il danno ossidativo negli occhi.

Si può assumere vitamina E mangiando cibi che ne sono ricchi come olio di germe di grano, semi di girasole, mandorle, nocciole, arachidi, avocado. In misura inferiore è presente anche in spinaci e broccoli. La vitamina E è una sostanza molto stabile negli alimenti e non viene facilmente distrutta dalla cottura o dal congelamento, come avviene con le altre vitamine. È dimostrato che i cibi crudi hanno la stessa quantità di vitamina E di quelli cotti o surgelati.

Notizia e foto tratte da Il Giornale
© Riproduzione riservata
01/02/2020 12:58:57


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Alimentazione

La dieta dell’anguria che fa perdere 5 chili a settimana >>>

SOS diete miracolose: i consigli degli esperti per non cadere nel tranello dei falsi miti >>>

Ciliegie, elisir di benessere a primavera >>>

Limone, i benefici per la depurazione >>>

Dieta mediterranea e proteine per la quarantena salubre >>>

I consigli per non ingrassare in quarantena >>>

Assumi farmaci? Evita il pompelmo! Ecco perché >>>

Dieta con arance e mandarini, arma vincente per combattere i chili di troppo >>>

Consumare regolarmente peperoncino fa bene al cuore >>>

Vitamina E, alleata delle difese immunitarie >>>