Notizie dal Mondo Attualità

L’allarme di Save the Children: “Infanzia negata a un bambino su 3 nel mondo”

I numeri: 690 milioni di minori a rischio. E nellultimo anno 53 mila sono stati uccisi

Print Friendly and PDF

L’infanzia è negata a 1 bambino su 3 al mondo (690 milioni di minori). In un anno 53 mila minori sono uccisi nelle aree in conflitto a causa delle violenze. La Repubblica Centrafricana è il Paese più a rischio per i minori, Singapore quello più a misura di bambino, l’Italia è all’ottava posizione. Sono alcuni dati che emergono dal nuovo rapporto di Save the Children, diffuso alla vigilia della Giornata internazionale dei bambini (1 giugno) e in occasione del Centenario dell’Organizzazione. Il report, oltre a scattare un’istantanea della condizione attuale dell’infanzia nel mondo si sofferma sui progressi significativi compiuti negli ultimi 20 anni per tutelare i diritti dei bambini. Nel 2000, si legge, i minori derubati della propria infanzia erano 970 milioni, un numero che oggi si è ridotto di 280 milioni, assestandosi a quota 690 milioni.

Vivere l’infanzia che meritano oggi è un diritto quindi negato per 690 milioni di minori, quasi 1 su 3 al mondo. Bambine e bambini che muoiono troppo presto a causa di malattie facilmente curabili e prevenibili, che non hanno cibo adeguato per vincere la malnutrizione, che non possono studiare e andare a scuola, che sono costretti a lavorare o a sposarsi precocemente. Un quadro che si fa ancor più cupo nei Paesi sferzati dai conflitti, dove in un solo anno 53.000 bambini hanno perso la vita in seguito alle violenze.

La Repubblica Centrafricana è il Paese al mondo dove le condizioni di vita per i bambini sono le peggiori; a seguire Niger e Ciad, con 10 Stati africani, di cui 6 colpiti da conflitti, a occupare gli ultimi dieci posti della classifica dei Paesi dove l’infanzia incontra le condizioni migliori, stilata per il terzo anno consecutivo da Save the Children. Sul versante opposto, il primato dei Paesi più a misura di bambino spetta a Singapore, seguito da Svezia e Finlandia, con l’Italia all’ottavo posto in graduatoria, in linea con lo scorso anno, peggio solo di Irlanda, Germania, Slovenia e Norvegia, oltre che dei tre sul podio, sebbene nel nostro Paese oggi si contino 1,2 milioni di minori in povertà assoluta.

Notizia e foto tratte da La Stampa
© Riproduzione riservata
29/05/2019 21:41:12


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Attualità

Premio Nobel per la Fisica a Peebles, Mayor e Queloz: cacciatori di mondi alieni >>>

I reali contro la stampa inglese per violazione della privacy: Meghan fa causa al "Mail on Sunday" >>>

Cina, Xi: "Nessuna forza può scuotere il nostro Paese" >>>

Clima, dossier Onu: "Gli oceani sono sempre più caldi, danni in aumento" >>>

Jair Bolsonaro: "LʼAmazzonia non è un patrimonio dellʼumanità" >>>

Allarme Onu sul clima: "Gli ultimi 5 anni i più caldi mai registrati" >>>

Clima, il monito di Greta allʼOnu: "Noi giovani siamo inarrestabili" >>>

Argentina, lʼemergenza alimentare durerà fino al 2022 >>>

Migranti, Germania e Francia: "A noi il 50% di chi sbarca in Italia" >>>

Migranti, Carola Rackete premiata con la medaglia dʼoro dal Parlamento catalano >>>