Notizie Locali Cronaca

Senza fine la violenza ai giardini dei Porcinai di Arezzo: uomo ferito da arma da taglio

Lite furibonda tra un gruppo di stranieri: residenti molto preoccupati

Print Friendly and PDF

Non si ferma la violenza ai giardini dei Porcinai di Arezzo. Nel primo pomeriggio é scoppiata una lite furibonda tra bande di stranieri, con un uomo che è rimasto ferito al collo colpito con un arma da taglio. Cittadini e commercianti, le cui attività si affacciano sul tratto di via Spinello che costeggia l'area verde e gli avventori dei locali circostanti, sempre più esasperati da una situazione totalmente fuori controllo, "aspettiamo solo il morto", hanno dichiarato in molti. "I clienti vengono sempre meno nelle nostre attività per la paura di rimanere coinvolti in qualche episodio di cronaca - si lamentano i commercianti - e siamo fortemente preoccupati per la nostra incolumità.

 

Redazione
© Riproduzione riservata
16/04/2024 16:39:55


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Cronaca

Ritrova quattro bombe a mano in giardino >>>

Città di Castello: accoltella il vicino e poi minaccia le forze dell’ordine >>>

Tragedia nel tratto aretino dell'A1: due morti nel maxi tamponamento fra 4 mezzi >>>

Poliziotto libero dal servizio sventa un furto ad Arezzo >>>

Topi d'appartamento in azione a Sansepolcro >>>

Una storia di furti e botte dietro il tentato omicidio di Città di Castello >>>

Arezzo, dà in escandescenza dentro l'auto della Polizia: calci e pugni al finestrino >>>

Gola irritata e bruciore agli occhi: paura al fast food di Foiano della Chiana >>>

Schianto nella notte ad Arezzo: centra il muretto e poi un palo della luce >>>

Arezzo, rissa violenta e poi coltellate in piazza Sant'Agostino: ferito un 34enne >>>