Opinionisti Maurizio Bragagni

Intervista a Shaun Bailey: candidato sindaco di Londra per le elezioni del 2021

Gli italiani saranno “più benvenuti che mai” a Londra

Print Friendly and PDF

Maurizio Bragagni (Presidente della fondazione Esharelife):

Signore e Signori benvenuti!

Benvenuti a questa intervista, intervista che è una fantastica opportunità. Oggi abbiamo un grande uomo con noi. Un candidato, un amico, ma anche una persona che si è lanciato in una grossa sfida. Lui è Shaun Bailey, candidato per la carica di sindaco di Londra. Prima di iniziare, Shaun, vorrei darti il benvenuto alla nostra fondazione Esharelife. Esharelife è un ente di beneficenza che vuole condividere la vita nell'era digitale che, tra le sue missioni, non solo ha quella di combattere e prevenire la povertà, ma anche quella di investire nell'educazione e creare e condividere opportunità. Oggi faremo delle domande a Shaun Bailey, e a tal proposito abbiamo scelto un amico, ma soprattutto un grande giornalista: il Dott. Francesco Bongarrà, giornalista parlamentare dell'agenzia ANSA per il parlamento italiano. Francesco, benvenuto, ti lascio la parola.

Francesco Bongarrà (Giornalista dell’ANSA per il Senato Italiano):

Grazie mille, è un gran piacere parlare con voi oggi dal Senato italiano e avere di fronte a me, anche se in modo digitale, Shaun Bailey, il candidato del partito conservatore per la carica di sindaco di Londra per le prossime elezioni che si stanno avvicinando sempre di più. Anche dall'Italia, stiamo seguendo la campagna e fremiamo nell’attesa di quello che sarà l'esito di queste elezioni. Siamo quindi molto felici di avere l'opportunità di conoscere uno dei candidati a questo titolo molto importante, soprattutto nell'era post-pandemia e in quella post-Brexit.

Pertanto, Shaun, vado dritto al punto, e, anche se la domanda potrebbe sembrare strana e, forse, un  po' infantile, sono sicuro che ci darai una risposta non banale. Chi è Shaun Bailey? Chi sei? Sappiamo che hai servito nell'esercito, sappiamo che hai iniziato dal nulla, sappiamo che hai un incredibile passato e che hai fatto moltissime cose. Quindi chi è veramente Shaun Bailey?

Shaun Bailey (Candidato sindaco di Londra alle prossime elezioni):

Wow, questa è una grande domanda. In poche parole sono un londinese, qui nato e cresciuto. Sono figlio di immigrati giamaicani e sono padre di due figli, sono sposato con Ellie, che è l'amore della mia vita, sono membro dell'Assemblea di Londra, ma sopra ogni cosa sono un londinese preoccupato dall’attuale situazione. Vengo da un passato molto povero, mia madre è arrivata qui facendo molti sforzi e sacrifici e ha avuto due figli che ha cresciuto da sola. Mia madre è una donna molto forte, crede nella famiglia, è Cristiana, come lo sono anche io, e  ha combattuto e mi ha sempre detto “devi essere coinvolto nel Regno Unito, devi imparare ad essere britannico, devi usare tutto quello che hai in te e nel paese per progredire”.

Ella credeva fermamente nel lavoro socialmente utile e quindi io ho lavorato con i giovani per più di 20 anni, partecipando anche a programmi di recupero con persone vulnerabili. Poi mi sono spostato in politica, nella quale ero il consulente speciale del Primo Ministro britannico David Cameron. Questo percorso è stato piacevole perchè lui mi ha permesso di essere me stesso e ha permesso di applicare e versare nella politica le mie esperienze nel combattere la povertà, essere senzatetto, essere disoccupato e anche nel riprendersi da queste situazioni. Questo mi ha portato dove sono ora. Shaun Bailey è oggi una persona che vuole dare a Londra un nuovo inizio, questo è chi sono oggi io.

Francesco Bongarrà (Giornalista dell’ANSA per il Senato Italiano):

Questo è fantastico anche perchè hai visto Londra, diciamo, dal suo lato buio e in questo modo riuscirai a mettere un po' della tua esperienza nella tua politica. Non penso sia solo una questione di esperienza, penso sia anche una questione di empatia.

Shaun Bailey (Candidato sindaco di Londra alle prossime elezioni):

Si, è ciò che guida tutta la mia carriera politica ed anche la ragione per cui sono qui oggi. Questo ente di beneficenza pone l'attenzione sull'educazione, e io sono anche il direttore di una scuola. Ritengo infatti che una delle sfide più grandi in tutto il mondo occidentale, quindi in Italia e nel Regno Unito, sia quella di assicurare una buona e solida educazione. Se si vuole cercare di aiutare le comunità povere in Italia o a Londra, la prima cosa che si deve fare è ispirare i giovani ad essere istruiti, dare loro qualcosa che possano usare per tutta la loro vita.

Francesco Bongarrà (Giornalista dell’ANSA per il Senato Italiano):

Qual’è la tua ricetta vincente, qual è il tuo segreto che pensi di riuscire ad offrire alle persone di Londra?

Shaun Bailey (Candidato sindaco di Londra alle prossime elezioni):

Penso che consista in due grandi cose; la prima è che voglio dare a Londra un nuovo inizio. Siamo nell’era post-Brexit e siamo nel mezzo della pandemia da covid-19. I londinesi sono speranzosi di tornare al lavoro, di tornare alle loro famiglie, di tornare in una Londra più sicura e comprare le loro case. Tutte queste cose, io gliele posso procurare. La seconda cosa ha a che fare con quanto abbia fallito Sadiq Khan, l’attuale sindaco. Egli non ha mantenuto nemmeno la metà delle promesse che aveva fatto. Aveva promesso 80 000 case all'anno, e, in cinque anni, ne ha solo costruite 20 000. Ha promesso che avrebbe mantenuto Londra al sicuro, e abbiamo avuto livelli record di crimine. Sfortunatamente, aveva promesso che avrebbe intrapreso azioni atte al miglioramento dell’ambiente e non lo ha fatto. L'unica cosa che ha fatto è stata aumentare le tasse. Questa sua scarsa prestazione è la mia arma segreta perché senza dubbio i londinesi vogliono voltare pagina e senza dubbio vogliono un nuovo inizio.

Francesco Bongarrà (Giornalista dell’ANSA per il Senato Italiano):

Questo è interessante. Solitamente basarsi sulla scarsa prestazione dell'avversario può in qualche modo aiutarti a fare cose migliori, ma a parte ciò, se tu dovessi dirmi: "Francesco, la prima cosa che farò quando sarò eletto sarà questa", tu cosa mi diresti?

Shaun Bailey (Candidato sindaco di Londra alle prossime elezioni):

Vorrei addirittura dirti le prime tre cose che farò:

  1.  la prima cosa sarà aggiungere 8.000 poliziotti nelle strade di Londra. Londra è una città fantastica, una delle città più sicure nel mondo. Tuttavia  stiamo iniziando a perdere questa sicurezza perché Sadiq Khan ha fallito nel tutelare la sicurezza pubblica di Londra.Io lo farò iniziando con l’aggiungere 8.000 poliziotti in più.
  2. La seconda cosa è di costruire 100.000 case per centomila sterline usando il sistema della comproprietà, dove lo stato e l’acquirente concorrono al pagamento della casa. Per i miei cugini italiani, che ci stanno guardando, questo è importante perchè l'87% dei londinesi vuole possedere la propria casa, ma Sadiq Khan sta solo costruendo case in affitto e non ne sta nemmeno costruendo abbastanza. Quindi io voglio costruire sia case in affitto sia case da acquistare, perchè questo è ciò che vogliono i londinesi.
  3. La terza cosa è supportare i nostri giovani con l'aggiunta di 4.000 operatori socio-educativi in tutta Londra. Ciò li aiuterà a rimanere sicuri e darà loro un posto sicuro dove vivere ed apprendere nuove competenze, competenze trasversali che impareranno al di fuori della scuola e che li rendano validi adulti e validi cittadini.

In realtà, ho un piano di 10 punti, ma queste saranno le prime cose con cui inizierò sin dal mio primo giorno.

Francesco Bongarrà (Giornalista dell’ANSA per il Senato Italiano):

Grazie. Poiché stiamo giungendo alla fine di questa fantastica occasione per parlare, ero curioso di sapere una cosa. Londra è veramente una città multiculturale nel senso che, se cammini per le strade di Londra trovi veramente tutti. Non solo gli italiani, ma tutto il mondo fa parte ed è sempre stato parte di questa città finora. Quindi vorrei chiederti che tipo di messaggio vorresti lanciare a quelle persone che non vengono dal Regno Unito ma che ivi si sono trasferite e hanno trovato la loro casa, in una Londra Post-Brexit?

Shaun Bailey (Candidato sindaco di Londra alle prossime elezioni):

Ci sono due cose che vorrei dire. Prima di tutto, il mondo intero era il benvenuto a Londra molto prima che esistesse l'Unione Europea e sarà il benvenuto anche nel futuro. Non lasciate che le persone, principalmente i politici laburisti, vi dicano che Londra non vi vuole a causa della Brexit. La Brexit non ha niente a che fare con ciò. Se appartieni alla comunità italiana, ad esempio, questa non si è stabilita qui negli ultimi 20, 30, 40 o addirittura 50 anni. Una popolosa comunità italiana si è creata a Londra da centinaia e centinaia di anni. Infatti, in realtà sono i Romani che hanno fondato Londra. La città è nata 1500 anni fa e i romani che giunsero qui, iniziarono a costruirne le fondamenta. Quindi, per favore capite che quando sarò sindaco di Londra, sarete i più benvenuti che mai. Il mio piano principale, consiste nel creare 924.000 posti di lavoro nel corso dei prossimi cinque anni e, ovviamente, molti di questi saranno rivolti alla nostra comunità italiana che si trova qui a Londra e alle persone che ancora non sono nate e che verranno dall'Italia e dal resto del mondo a Londra. Renderò Londra un punto nevralgico per il mondo intero. Il Municipio diventerà il posto in cui il mondo si incontrerà, dove il mondo farà affari e dove il mondo farà amicizie. Statene certi: nella Londra di Shaun Bailey l'Italia ed il resto del mondo saranno più benvenuti che mai!

Francesco Bongarrà (Giornalista dell’ANSA per il Senato Italiano):

Hai solo un minuto Shaun, e voglio che usi questo minuto per dire agli europei a Londra e ai londinesi che vivono a Londra perché dovrebbero votare per te.

Shaun Bailey (Candidato sindaco di Londra alle prossime elezioni):

Ecco cosa dirò! Londra ha bisogno di un un nuovo inizio e io renderò questa città più giusta, più pulita e più sicura. Come farò questo? Metterò più pattuglie di polizia sulle strade. Dobbiamo tenerci al sicuro. Allo stesso tempo costruirò anche una zona in cui gli operatori socio-educativi possano fornire ai giovani assistenza. Fornirò centomila case a centomila sterline così che anche i più bisognosi possano permettersi una casa. Creerò una banca per le infrastrutture: 10.9 miliardi di sterline saranno investiti per aiutare a finanziare i trasporti della città e per mantenere la nostra rete. Non introdurrò un rincaro per i biglietti che oltrepassano il confine del centro di Londra come vuole invece fare Sadiq Khan. Questo porterebbe infatti i londinesi a pagare costi aggiuntivi per spostarsi. Ridurrò la tassazione della congestione del traffico perché in questo momento dobbiamo ricostruire le imprese. Aggiungere tutti questi costi extra non aiuta l’economia. Ma la cosa principale è questa: una Londra più giusta e più sicura. Darò a Londra un nuovo inizio.

Francesco Bongarrà (Giornalista dell’ANSA per il Senato Italiano):

Shaun Bailey grazie mille.

Shaun Bailey (Candidato sindaco di Londra alle prossime elezioni):

Grazie.

Maurizio Bragagni (Presidente della fondazione Esharelife):

Shaun e Francesco, grazie ad entrambi per questa incredibile opportunità. Grazie per tutto quello che avete fatto. Oggi abbiamo avuto l'opportunità di comprendere più profondamente chi è Shaun Bailey. Voglio ringraziare di cuore Shaun proprio dal mio punto di vista e dalla mia esperienza. Sono un londinese ma vengo dalla comunità italiana e voglio ringraziarti per le tue gentilissime parole e anche per la tua amicizia che è iniziata molto tempo fa. Sei sempre stato molto vicino alla comunità italiana. Non solo da quando hai iniziato la tua campagna elettorale, ma da molto tempo prima. Sei anche un nostro amico di lunga data, quindi, grazie per queste parole di conforto.

Buona fortuna e che Dio ti benedica!.

Shaun Bailey (Candidato sindaco di Londra alle prossime elezioni):

Che Dio ti benedica! Grazie mille a te.

Redazione
© Riproduzione riservata
05/04/2021 18:18:25

Maurizio Bragagni

Maurizio Bragagni - Maurizio Bragagni classe ‘75, sposato con 4 figlie, ha frequentato il Liceo Piero della Francesca a Sansepolcro per poi laurearsi in legge. Finiti gli studi entra nel mondo del lavoro all’interno della Tratos di Pieve Santo Stefano, iniziando una carriera ricca di grandi soddisfazioni e traguardi raggiunti. Attualmente oltre ad essere l’amministratore delegato Tratos Uk Ltd è Console Onorario della Repubblica di San Marino in Gran Bretagna, Vice Presidente della Camera di Commercio ed Industria di Londra, Governatore del Regent Group University and College of Uk e Membro del Management Strategy Board (MSB) International Electrotechnical Committee (IEC) a Ginevra. E’ fondatore della Fondazione Esharelife, una organizzazione di beneficenza creata per aiutare alcune delle aree più svantaggiate del mondo. Il Presidente della Repubblica Mattarella lo nomina nel 2018 Cavaliere della Repubblica. E’ un’ imprenditore, editorialista di temi politico ed economici.


Le opinioni espresse in questo articolo sono esclusivamente dell’autore e non coinvolgono in nessun modo la testata per cui collabora.


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Maurizio Bragagni

Domenico, mi candido a Sindaco? >>>

La mia Italia: come uscire dal caos con una semplice riforma >>>

La destabilizzazione della democrazia >>>

Non possiamo consentire è il cambiamento dello Ius sanguinis >>>

La democrazia >>>

In and Out Club della Marina e dell'Esercito Britannico di cui Il Principe Filippo è il Presidente >>>

Intervista a Shaun Bailey: candidato sindaco di Londra per le elezioni del 2021 >>>

Domenico and I >>>

Attende Domine et Miserere >>>

Continuare a fare business in UK >>>