Notizie Locali Sanità

Fisioterapia, una presa in carico più veloce dell’utente in Valtiberina

“Si tratta di una presa in cura personalizzata fin dal momento della prenotazione"

Print Friendly and PDF

In Valtiberina, dallo scorso 1 maggio, l’erogazione delle prestazioni di fisioterapia sono più efficaci attraverso un nuovo modello di presa in cura del cittadino, come già sperimentato con successo ad Arezzo.

Ne dà notizia il direttore del Distretto Evaristo Giglio. “Fino ad oggi, come primo passo il cittadino doveva recarsi al Cup con la ricetta del medico per la prenotazione del ciclo prescritto. Con questa nuova modalità, invece, il cittadino prenoterà già al CUP un appuntamento con i fisioterapisti dell’ambulatorio di Riabilitazione per un primo contatto, durante il quale, sulla base di protocolli aziendali condivisi con il Dipartimento Tecnico Scientifico della Riabilitazione, verrà indirizzato al tipo di percorso più idoneo per il suo bisogno”.

Nell’occasione il fisioterapista, attraverso un colloquio valutativo, indicherà se opportuno, anche percorsi di salute e di prevenzione come i corsi AFA (Attività fisica adattata) ed AFA OTAGO.

Trattandosi di problemi fastidiosi ma non gravi, il cittadino potrà quindi  iniziare un’attività fisica specifica e avrà consigli sulla gestione del dolore, sull’edema, sulle posizioni più utili da assumere a seconda del tipo di problema. Si tratta di colloqui individuali e dedicati, durante i quali la persona può essere aiutata e rassicurata, per evitare che il dolore comprometta la qualità della vita.

“Si tratta di una presa in cura personalizzata fin dal momento dell’accettazione e della prenotazione – dichiara Daniela Cardelli (Dipartimento delle Professioni Tecnico Sanitarie, della Riabilitazione e della Prevenzione)  - L’obiettivo che ci siamo posti è di migliorare la risposta con un intervento individuale e diretto con il fisioterapista. Si tratta quindi di una presa in carico più veloce per il cittadino, che consente un’immediata valutazione del necessario percorso riabilitativo”.

Il nuovo servizio è previsto il lunedì ed il mercoledì dalle 12 alle 13 nel Centro Ambulatoriale di Riabilitazione Funzionale che si trova all’ ospedale di Sansepolcro, Piano. Il riferimento di Zona è il Direttore di Unità operativa professionale Massimo Nucci.

Redazione
© Riproduzione riservata
05/05/2019 10:57:35


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Sanità

Lotta alla Sepsi, 2 premi per la Usl Toscana Sud Est >>>

Sansepolcro: prossima al rinnovo la convenzione per l'alta traumatologia dello sport >>>

La salute a scuola, ecco i progetti negli istituti aretini >>>

Cardiologia all’avanguardia per il salvataggio degli arti inferiori dall’amputazione >>>

Cambio medico, Santeramo da domani non sarà più in Valdichiana >>>

Dopo Città di Castello e Pantalla, anche a Perugia un ambulatorio per i pazienti oncologici >>>

Barbato subentra a Moroni, novità per i medici di famiglia in Valtiberina >>>

Pronto Soccorso di Bibbiena in piena attività nella sede provvisoria >>>

Operato a Perugia, nuova vita per un bimbo di 2 anni e mezzo >>>

Trasloca la continuità assistenziale all’interno dell’ospedale >>>