Notizie dal Mondo Cultura

Monet da record, 51milioni di euro

"Lo stagno delle ninfee"

Print Friendly and PDF

Quaranta milioni di sterline (per l'esattezza, 40.921.250), equivalenti a oltre 51 milioni di euro. È il prezzo al quale è stato aggiudicato "Le basin aux nympheas" ("Lo stagno delle ninfee"), quadro di Claude Monet battuto all'asta da Christie's, a Londra. Si tratta del prezzo più alto mai pagato per un'opera del maestro dell'impressionismo. Il quadro (guarda) - dipinto su una tela di un metro per 2 e realizzato da Monet (1840-1926) nel 1919, alla fine della sua carriera a Giveny - aveva un prezzo stimato tra i 23 e i 30 milioni di euro.

Ad aggiudicarsi il dipinto - dopo una battaglia di rilanci tra vari collezionisti - è stata una donna che sedeva in prima fila. Non ne è stato rivelato il nome. Fino ad oggi il record per un quadro di Monet erano i 41 milioni di dollari (30 milioni di euro) di 'Le pont de chamin de fer a Argenteuil', battuto a New York in maggio.

 

Redazione
© Riproduzione riservata
25/06/2008 10:03:11


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Cultura

Nobel della Chimica ad Arnold, Smith e Winter: premiata la chimica verde >>>

A Kazuo Ishiguro il premio Nobel per la Letteratura 2017 >>>

Bob Dylan non ritirerà il Nobel per Letteratura a Stoccolma >>>

Bruxelles: giovedì riapre l'aeroporto >>>

Morta Harper Lee, scrisse "Il buio oltre la siepe" >>>

Marilyn, la piccola martire bionda >>>

Al Peel Park di Salford, in Inghilterra, decine di modelli volontari hanno posato nudi per l’artista americano Spencer Tunick >>>

La Germania sosterrà un piano per l'introduzione della facolta di studi islamici >>>

Wikipedia segna il passo: il suo contenuto cresce sempre meno >>>

In libreria due romanzi postumi di Michael Crichton >>>