Notizie Locali Comunicati

Aglione day”, adesso serve l’irrigazione per la Valdichiana

Chiede risorse per realizzare i progetti studiati dal Consorzio 2 Alto Valdarno

Print Friendly and PDF

Illustrati dal direttore generale Francesco Lisi, i progetti, ideati dal Consorzio 2 Alto Valdarno, per “dissetare” l’agricoltura della Valdichiana,   hanno avuto un ruolo primo piano nel summit annuale dedicato all’aglione, la super varietà di aglio strappata all’estinzione e diventata uno dei simboli dell’agricoltura locale.

In questa area dove trionfano le ortive, gli alberi da frutta e i campi di grano, l’acqua è indispensabile. La chiedono a viva voce le imprese che, per strutturarsi e potenziare le produzioni, hanno bisogno di reti capaci di distribuire  la risorsa presente  nella diga di  Montedoglio.

“Fotografati i bisogni delle aziende agricole presenti nei comuni di Marciano della Chiana,  Foiano della Chiana e Castiglion Fiorentino, abbiamo elaborato una soluzione per soddisfare le esigenze di una sessantina di imprese, distribuite su una superficie di circa 2.000 ha, partendo dalle  condotte primarie e dai  laghetti di compenso del Sistema Occidentale di Montedoglio, già realizzati da tempo e ancora per larga parte inutilizzati. Il progetto è ambizioso, richiede un investimento importante che complessivamente supera i 20 milioni e mezzo di euro e, proprio per questo, punta ad ottenere il sostegno sia della Regione che dello Stato, anche attraverso il  piano irriguo nazionale o quello  straordinario per la  costruzione di invasi multi-obiettivo   varato dal Governo.  In attesa di mettere mano a infrastrutture risolutive, il Consorzio, intanto, realizzerà, con le risorse messe a disposizione dal  Programma di sviluppo rurale della regione Toscana, il progetto per la distribuzione della risorsa idrica sul  Distretto 8 di Cardeta, nel comune di Castiglion Fiorentino.  Un’opera da   1,5 milioni di euro, con cui, partendo  dalla vasca ubicata in località San Silvestro a Montecchio, si raggiungerà  una superficie di circa 200 ha con 16 punti di consegna incrementabili e si creerà un impianto dotato di  tutti i meccanismi necessari per la  misurazione di portata e pressione.  Un intervento modesto rispetto alle necessità, ma utile per contribuire a  ridurre la pressione sulle falde sotterranee, tutelare la qualità delle acque, diminuire i prelievi autonomi e controllare i volumi prelevati”, ha spiegato il  Direttore del CB2, impegnato adesso a dare la caccia alle risorse per dare forma alle idee sulla carta e risposte all’agricoltura della Valdichiana.

Partendo dall’orticoltura e dal suo fiore all’occhiello: il super aglio che al termine del convegno è stato presentato.... nel piatto, protagonista di una carrellata di portate che hanno permesso ai partecipanti di apprezzare le qualità dello straordinario aglio gigante dal sapore delicato.

 

Redazione
© Riproduzione riservata
23/06/2019 15:03:19


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Comunicati

"Un passo in avanti per il rafforzamento della sanità aretina con gli investimenti al San Donato" >>>

Torna a riunirsi il consiglio comunale di Sansepolcro >>>

Il caso Coingas evidenzia l’urgenza di riorganizzare il sistema delle partecipate >>>

Il PD: "A Sansepolcro il Ponte dei Sospiri" >>>

Telecamere a Sansepolcro, perché non vengono installate nel centro storico? >>>

Consorzio 2 Alto Valdarno: al via lavori di manutenzione in tutto il territorio >>>

Telecamere in sei scuole e mille ore per gli agenti della polizia locale >>>

Anche il sindaco di Bagno di Romagna nel Cda di "Destinazione Romagna" >>>

Lutto a Città di Castello, è morto prematuramente Mario Boncompagni >>>

Numero unico europeo 112 per le emergenze, firmato il protocollo in Prefettura >>>