Notizie Locali Cronaca

Due dipendenti dell'ospedale di Perugia condannati a pagare 150mila euro

Un nuovo caso del "caro estinto"

Print Friendly and PDF

In una società deteriorata come quella del nostro Paese, oramai non ci si meraviglia più di nulla e anche le cose vergognose diventano normalità. un pò come il fenomeno esploso negli ultimi anni di lucrare anche con i morti. A Perugia, due dipendenti dell'ospedale di Perugia, intascavano mazzette per segnalare alle agenzie funebri "amiche" i parenti delle persone decedute. Per questo nuovo caso del "caro estinto" la procura della Corte dei conti ha chiesto 150 mila euro ai due dipendenti. L'inchiesta era partita da un esposto presentato da una società di pompe funebri concorrente. I due dipendenti erano finiti a processo per corruzione: in primo grado erano stati condannati, mentre in appello il reato si era estinto per avvenuta prescrizione

Redazione
© Riproduzione riservata
20/01/2019 07:17:02


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Cronaca

Città di Castello, principio d'incendio nell'area dell'ex consorzio agrario >>>

Picchia la moglie e rompe una gamba ad un poliziotto >>>

Gravissimo un artigiano di Città di Castello per aver ingerito sostanze tossiche >>>

Fallimento Banca Etruria: assolto Pierluigi Boschi >>>

Montevarchi: bimba di un mese e mezzo trovata senza vita nel suo lettino >>>

Terranuova Bracciolini: si ribalta un escavatore, ferito un operaio 57enne >>>

Maltempo: codice giallo oggi in Toscana per il vento >>>

Chi era il complice di Padre Graziano nell'omicidio di Guerrina Piscaglia? >>>

Città di Castello: incidente stradale in via Cortonese, un ferito >>>

Città di Castello, tre auto a fuoco l'altra notte >>>